Realizzare dei modelli tridimensionali permette di comprendere meglio le forme del manufatto edilizio, la sua genesi e le eventuali criticità strutturali. Con un accurato rilievo strumentale (con stazione totale) riusciamo a ricreare l’involucro esterno dei fabbricati, e questo con un margine d’errore veramente ristretto. In seguito vengono inserite nel file le planimetrie e gli spessori interni, dando così origine ad un modello 3D completo ed accurato.

Per modellazione 3D si intende il processo di modellare una forma inserendola in uno spazio virtuale generato al computer attraverso dei programmi particolari chiamati software 3D.

Le operazioni e le modifiche che questi software possono applicare ai modelli sono innumerevoli, si parte da una modellazione primaria che va evolvendosi in corso d’opera tramite azioni come il Surfacing (definizione dei materiali di superficie), la mappatura, l’applicazione di un texture, la definizione di un allestimento scenico, dell’illuminazione e delle relative ombreggiature, tutto nell’ottimizzare il rendering finale del modello stesso.